News & Media

Obiettivo 2018: 400 mila macchine

Obiettivo 2018: 400 mila macchine

Un anno fa, di questi tempi, si brindava a un anno record prevedendo però, per il 2017, una leggera frenata delle immatricolazioni di auto aziendali "vere", cioè al netto delle autoimmatricolazioni e del noleggio a breve termine.

E invece non solo la contrazione non c'è stata, ma le aziende hanno continuato a comprare macchine, con varie formule, a piene mani. Nei primi dieci mesi del 2017 ne sono state targate 308.799, il 10,5% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e quasi due punti percentuali in più rispetto al mercato nel suo complesso, cresciuto dell'8,9% (grazie anche alle autoimmatricolazioni). Sicché la quota di mercato delle flotte "vere" ha fatto un altro passo in avanti: dal 18 al 18,2%. CRESCE IL NLT, GIÙ GLI ACQUISTI

Questo dato, però, è come Giano: a due facce. Da un lato c'è il noleggio a lungo termine, cresciuto di uno strabiliante
19,5% a 225.254 pezzi (dopo il notevolissimo +20% del 2016); dall'altro le flotte in proprietà e in leasing, che, dopo il boom dell'anno scorso (+24,7%), determinato in gran parte dalla misura fiscale del superammortamento, nei primi nove mesi del 2017 sono arretrate dell'8,2%. A questi ritmi il mercato flotte dovrebbe chiudere il 2017 a quota 380 mila immatricolazioni (e una quota del 18,6%). Ma a sorprendere è, soprattutto, la previsione per il prossimo anno. Secondo Dataforce, società di business intelligence e analisi del mercato, le immatricolazioni di autovetture da parte delle società di noleggio a lungo termine e delle imprese (in proprietà o in leasing) dovrebbero sfiorare le 400 mila unità nel 2018 e raggiungere una quota di mercato di circa il 19%