News & Media

La nuova tendenza: l`azienda a noleggio

La nuova tendenza: l`azienda a noleggio

Noleggiare - anziché acquistare - i mobili per l'ufficio, la stampante e i sistemi let. Ma la stessa logica vale per i macchinari industriali, i carrelli elevatori per il magazzino e le attrezzature sanitarie per l'ambulatorio medico. Tecnicamente si chiama "leasing operativo" e che il fenomeno sia in crescita - soprattutto tra le Pmi - lo certificano i dati di Grenke Locazione, il "ramo" italiano del Gruppo tedesco Grenke Ag AG, specializzato nei sevizi di noleggio di tecnologia IT e beni strumentali per aziende e professionisti, che ha chiuso il 2016 con una crescita del 4i°/o rispetto al 2016, pari a un totale di asset locati pari a oltre 462 milioni di euro (erano 325 milioni nel 2016).

Fondata a Milano nel 2001, Grenke Locazione conta oltre 6mila partner attivi, con focus nei settori let e Office Automation, più di 100 mila contratti di locazione e 180 dipendenti nelle 16 filiali italiane. «Non solo gli asset allocati. Anche il numero dei contratti stipulati è cresciuto del 4i°/o - ha spiegato Aurelio Agnusdei, managing director sales di Grenke Italia - raggiungendo la quota di 58.269 contratti. Noleggiare beni strumentali, attrezzature e tecnologie per oltre 460 milioni di euro vuoi dire permettere a migliaia di imprese di investire e innovare, e di dotarsi degli strumenti migliori per svolgere le propria attività.

Perché la gamma delle soluzioni noleggiabili va da hardware a software, da strumenti audio/video a macchine per stampa, dalle attrezzature Horeca a impianti di allarme, sistemi elettromedicali, carrelli elevatori, macchinari per industria, sino ai droni». Ma a cosa si deve questa crescita? «L'Italia - ha aggiunto Agnusdei - è il mercato che cresce di più, davanti a Germania e Francia. Dal 2007 c'è stato, senza dubbio, un cambio di mentalità. La crisi economica ha costretto parte del tessuto delle piccole, e talvolta piccolissime, imprese, a ripensare il modo di investire. Il leasing operativo consente di non immobilizzare la leva finanziaria e di avere, allo stesso tempo, macchinari, software e strumentazioni continuamente innovativi e al passo con le esigenze della domanda». Chi sceglie il leasing, ha concluso il managing director sales di Grenke, «può dedurre totalmente i canoni di noleggio come puro costo aziendale, conservare liquidità costruendo linee di credito alternative, migliorare il cash-flow, evitare l'obsolescenza allineando il noleggio con il ciclo di vita dei prodotti. Infine, si evitano costi di smaltimento dei beni e si garantisce qualità delle condizioni di lavoro, con beni assicurati e garantiti». Secondo i dati di Assilea - l'Associazione Italiana Leasing - le imprese italiane, nel 2017, hanno noleggiato beni per i, 43 miliardi di euro, con una crescita del +36,2°/o rispetto al 2016. Anche il numero dei contratti di leasing ha innestato l'acceleratore, l'anno scorso, con oltre 11 mila noleggi (+5i,8°/o rispetto al gennaio- dicembre2016).